• Ultima modifica: Giovedì 09 Febbraio 2017, 15:51:35.

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare i contenuti.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Per informazioni o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi la nostra Cookie Policy.

Cookie Policy
Con riferimento al provvedimento “Individuazione delle modalità semplificate per l’informativa e l’acquisizione del consenso per l’uso dei cookie – 8 maggio 2014” (pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014), si descrivono in maniera specifica e analitica le caratteristiche e le finalità dei cookie installati su questo sito indicando anche le modalità per selezionare/deselezionare i singoli cookie.
Il sito WEB cmroma.it di proprietà della "Congregazione della Missione della Provincia Romana di San Vincenzo de Paoli" - in seguito denominato solamente "Sito" - utilizza i cookies per offrire i propri servizi semplici e efficienti agli Utenti durante la consultazione delle sue pagine.
Le tabelle riportate di seguito riepilogano i diversi tipi di cookie che potrebbero essere utilizzati sul Sito, insieme alla loro rispettiva funzione e durata (ovvero per quanto tempo ciascun cookie rimarrà sul vostro dispositivo).
L'informativa è valida solo per il suddetto Sito ed ai correlati suoi domini di secondo e terzo livello e non per eventuali altri siti consultabili tramite link.
Facendo uso di questo Sito si acconsente il nostro utilizzo di cookie in conformità con la presente Cookie Policy.
Se non si acconsente al nostro utilizzo di cookie, occorre impostare il proprio browser in modo appropriato oppure non usare il presente sito o gli eventuali domini di secondo e terzo livello corrispondenti. Se si decide di disabilitare i cookie che impieghiamo potrebbe essere influenzata l’esperienza dell’utente mentre naviga sul nostro Sito.

INFORMAZIONI GENERALI SUI COOKIES
Cosa sono i cookies?
I cookie sono file informatici o dati parziali che possono venire salvati sul vostro computer (o altri dispositivi abilitati alla navigazione su internet, per esempio smartphone o tablet) quando visitate un Sito. Di solito un cookie contiene il nome del sito internet dal quale il cookie stesso proviene, la "durata vitale" del cookie (ovvero per quanto tempo rimarrà sul vostro dispositivo), ed un valore, che di regola è un numero unico generato in modo casuale.
Per cosa si usano i cookies?
Si utilizzano i cookie per rendere la navigazione più semplice e per meglio adattarli ai vostri interessi e bisogni. I cookie possono anche venire usati per aiutare a velocizzare le vostre future esperienze ed attività sui siti web. Inoltre si usano i cookie per compilare statistiche anonime aggregate che consentono di capire come le persone usano i siti in modo da aiutare a migliorare la struttura ed i contenuti di questi siti.

Tipologia di Cookie

Che cosa fanno?

Questi cookie raccolgono i miei dati personali / mi identificano?

Necessario Questi cookie sono essenziali per il corretto funzionamento dei siti, consentono alle persone di navigare sui siti internet e di sfruttarne le caratteristiche come la memorizzazione di azioni precedenti (testi inseriti) quando si ritorna ad una pagina nel corso della medesima sessione. Questi cookie non ti identificano come individuo.
Se non si accettano questi cookie, la resa del sito internet, o sezioni dello stesso, potrebbe risultare impattate
Performance Questi cookie aiutano a capire come gli utenti interagiscono con i siti internet fornendo informazioni relative alle sezioni visitate, il tempo trascorso sul sito, e qualsiasi questione che sia emersa, per esempio un messaggio di errore. Questo aiuta a migliorare la resa dei siti internet. Questi cookie non ti identificano come individuo. Tutti i dati vengono raccolti e aggregati in forma anonima.
Funzionalità Questi cookie permettono ai siti internet di ricordare le scelte che si fanno (per esempio, il vostro nome utente, la lingua prescelta o la regione in cui vi trovate, gli eventuali prodotti inseriti nel carrello della spesa) per fornirvi un’esperienza online più personalizzata. Possono anche consentire agli utenti di visualizzare i video, entrare nei giochi e interagire con gli strumenti sociali tipo blog, chatroom e forum. Le informazioni che vengono raccolte da questi cookie possono includere informazioni personali identificabili che avete fornito, per esempio il vostro nome utente o immagine del profilo.
Se non si accettano questi cookie, la resa e funzionalità del sito internet potrebbe risultare impattate e l’accesso ai contenuti del sito potrebbe venire limitata.
Targeting / pubblicità Questi cookie vengono usati per presentare contenuti più adatti a voi e ai vostri interessi. Possono venire usati per visualizzare pubblicità mirate o per limitare il numero di volte che visualizzate una pubblicità. Inoltre aiutano a misurare l’efficacia delle campagne pubblicitarie sui siti internet.
Si possono usare questi cookie per ricordare i siti internet che avete visitato e potrebbero condividere queste informazioni con terze parti.
La maggioranza di cookie di questo tipo tracciano i consumatori attraverso il loro indirizzo IP e quindi potrebbero raccoglier alcune informazioni personali identificabili.

Che tipi di cookies si usano?
Due tipi di cookie possono venire usati sui siti: ’session cookies’ e ’persistent cookies’

  • session cookies: sono cookie temporanei che rimangono sul vostro dispositivo fino al momento in cui lasciate il sito.
  • persistent cookies: sono cookie che rimangono sul vostro dispositivo per molto più tempo o fino a quando lo cancellate manualmente (quanto tempo il cookie rimane sul vostro dispositivo dipenderà dalla ‘durata vitale’ del cookie in oggetto e dalle impostazioni del vostro browser).

Alcune delle pagine che visitate possono anche raccogliere informazioni mediante ‘pixel tags’ (conosciuti anche con il nome ‘clear gifs’) che potrebbero venire condivisi con terze parti che assistono in modo diretto le attività promozionali e lo sviluppo dei siti internet. Per esempio, informazioni sull'uso dei siti internet relative alle persone che visitano i siti possono venire condivise con agenzie pubblicitarie per mirare i banner pubblicitari sui siti internet in modo ottimale.

Un'altra suddivisione di tipologia di Cookie - indicata dal Garante per la protezione dei dati personali - è tra Cookies Tecnici, Cookies di Profilazione, Cookies di prima parte, Cookies di terza parte.

  • Cookies Tecnici: sono i cookie che servono a effettuare la navigazione o a fornire un servizio richiesto dall'utente. Non vengono utilizzati per scopi ulteriori e sono normalmente installati direttamente dal titolare del sito web. Senza il ricorso a tali cookie, alcune operazioni non potrebbero essere compiute o sarebbero più complesse e/o meno sicure, come ad esempio le attività di home banking (visualizzazione dell'estratto conto, bonifici, pagamento di bollette, ecc.), per le quali i cookie, che consentono di effettuare e mantenere l'identificazione dell'utente nell'ambito della sessione, risultano indispensabili.
  • Cookies di Profilazione: sono i cookie utilizzati per tracciare la navigazione dell'utente in rete e creare profili sui suoi gusti, abitudini, scelte, ecc. Con questi cookie possono essere trasmessi al terminale dell'utente messaggi pubblicitari in linea con le preferenze già manifestate dallo stesso utente nella navigazione online.
  • Cookies di prima parte (first-part cookie) ossia cookie generati e gestiti direttamente dal soggetto gestore del sito web sul quale l’utente sta navigando.
  • Cookies di terza parte (third-part cookie), i quali sono generati e gestiti da soggetti diversi dal gestore del sito web sul quale l’utente sta navigando (in forza, di regola, di un contratto tra il titolare del sito web e la terza parte)

Cosa sono i cookies di terze parti?
Svariati fornitori possono impostare cookie sul vostro dispositivo quando visitate i siti per consentirgli di erogare i servizi che stanno fornendo. Se desiderate avere ulteriori informazioni relative a questi cookie, insieme a informazioni su come evitare la ricezione di questi cookie potete consultare la tabella apposita sul sito http://www.youronlinechoices.com/it/

Come posso controllare o cancellare i cookies?
La maggioranza dei browser internet sono inizialmente impostati per accettare i cookie in modo automatico. Potete modificare queste impostazioni per bloccare i cookie o per avvertirvi che dei cookie vengono mandati al vostro dispositivo. Esistono svariati modi per gestire i cookie, si può fare riferimento al manuale d’istruzioni o alla schermata di aiuto del vostro browser per scoprire come regolare o modificare le impostazioni del vostro browser. Disabilitando i cookie potrebbero venire influenzata la vostra navigazione, per esempio potreste non essere in grado di visitare certe sezioni o non ricevere informazioni personalizzate quando visitate un sito.
Se usate dispositivi diversi tra loro per visualizzare e accedere ai siti Internet (per esempio, computer, smartphone, tablet, ecc.), dovrete assicurarvi che ciascun browser su ciascun dispositivo sia regolato per riflettere le vostre preferenze relative ai cookie.

Beato Ghebre Michael, sacerdote e martire

Nel ricco paese del Goggiam, in Etiopia poco al di sotto del lago Tsana e sulla riva destra dell ‘Abbay sorge il villaggio di Dibo. Ivi nacque verso l’anno 1791 il celebre monaco e dottore Ghebre-Michael. I1 nome che gli fu imposto vuol dire servo o devoto di San Michele: e fu un presagio, del suo avvenire, poiché come l’Arcangelo Michele propugnò contro Lucifero i diritti di Dio, Verità eterna, così il suo devoto servo doveva essere il campione della verità, col cercarla indefessamente ed una volta trovata insegnarla e difenderla, fino a dar la vita per essa.
I genitori, che lo amavano di grande amore, posero molta cura in allevarlo e nel fargli impartire tutta quell’istruzione che era possibile nel suo luogo natio. Ghebre-Michael fu allevato e crebbe nell’errore della sua patria, che nega a Cristo la doppia natura di Uomo-Dio.
Ancor fanciullo, una grave malattia lo privò dell’occhio sinistro, ciò però non gl’impedì di attendere allo studio: anzi vi si applicò in modo che, giovandosi del fervido ingegno e della volontà ferrea avuti da natura, ne profittò moltissimo: e l’ammirazione che ben presto destò la sua dottrina si rivela dal nome singolare di uomo dai quattr’occhi, con cui io appellavano i suoi compaesani.
Ghebre-Michael studiò nella vicina città di Mertolé Mariàm, alla maniera degli altri studenti abissini. Questi quasi figli e servitori dei loro maestri, fan parte della famiglia di essi, ne abitano la casa, vi prestano servizio e vivono una vita di stento e di privazioni. Con pochi libri, o anche senza, imparano tutto a memoria.
Ghebre-Michael apprese la grammatica, la poesia, il canto, il computo ecclesiastico e civile, il Salterio con la sua interpretazione, tutta la Bibbia, la teologia, l’astronomia.
Contava venticinque anni quando ebbe finiti i suoi studi, e conservava fresco e intatto il fiore della purezza, perché l’educazione severa ed il grande amore della scienza col continuo lavoro, avevano tenuto lontano da lui l’ozio, il vizio e la pestifera corruzione, che spesso attacca la gioventù. Il duplice amore della scienza e della virtù, che tutto empiva il petto del giovane, l’indusse a cercar nella professione monastica un ideale più perfetto di vita, quale poteva dare un paese come l’Abissinia, dove lo scisma e l’eresia tutto aveva contaminato ed avvilito. Fece dunque domanda di entrare, e fu ammesso nel monastero di Mertolé-Mariàm.
L’errore principale degli ortodossi abissini riguarda il mistero dell’ Incarnazione e la Persona stessa dell’Uomo-Dio. Confondendo i due concetti di natura e di persona, non sanno formarsi un’ idea dell’unione ipostatica, come non seppero formarsela né Nestorio che in Nostro Signore ammise due persone, poiché vi sono due nature, né Eutiche che al contrario sostenne esservi in Nostro Signore una sola natura, poiché v’è una sola persona.
Gli Abissini dichiarano eretici l’uno e l’altro, ma poi sono sospinti or verso il primo, or verso il secondo, poiché abbracciano lo stesso loro principio.
A 25 anni, abbracciò la professione monastica, affinché nella pratica della castità potesse più liberamente applicarsi alla ricerca della verità rivelata. Studiò i codici antichi conservati nei monasteri, ascoltò i più celebri dottori delle scuole, senza adottare definitivamente l’insegnamento di alcuna.
Sulla barca che li conduceva in Egitto, Ghebre Mìchael e due altri dottori, suoi compagni, i più ardenti per queste dispute, vollero avere un saggio della scienza di San Giustino De Jacobis che li accompagnava, e gli chiesero «se in Gesù Cristo, dopo l’unione, restano due nature». Dietro la risposta affermativa del missionario cattolico, obiettarono: " I nostri padri dicono che la natura non può stare senza la persona, né la persona senza la natura; per conseguenza, voi siete costretto ad ammettere due persone in Gesù Cristo». Come era naturale, Giustino replicò: «Se tale è il vostro insegnamento, come mai nella Trinità vi possono essere tre persone in una sola natura ?». I dottori, non sapendo che rispondere, si allontanarono assai malcontenti. Quattro anni erano trascorsi dal dialogo avuto sulla barca col Prefetto Apostolico; Ghebre-Michael era andato con lui a Roma e a Gerusalemme e poi di nuovo in Abissinia; gli esempi d’una virtù che mai si smentiva provocarono la sua ammirazione ed aumentarono la sua stima per il missionario cattolico; attirato dalla grazia, volle avere con lui alcune conversazioni sulla Cristologia; e così dissipati gli ultimi dubbi, abiurò finalmente nelle mani di Giustino gli errori del suo paese.
Ben presto fu associato ai lavori apostolici del maestro, che l’incaricò di far la scuola agli alunni del suo Seminario, e ne fece il suo consigliere nella composizione d’un catechismo per il popolo, e nella traduzione in lingua abissina di un’opera destinata alla formazione teologica del clero indigeno e il suo principale aiuto nella predicazione ai fedeli e nella confutazione degli eretici.
Questa collaborazione però doveva essere interrotta dalla ‘prigionia di 70 giorni che gli fece subire lo pseudo vescovo eretico Salàma. Reso finalmente alla libertà, egli corse a gettarsi di nuovo nelle braccia di Giustino, che lo giudicò degno di ricevere l’unzione sacerdotale.
I tanti vincoli che l’avvincevano a San Giustino non bastavano al suo cuore, ed egli domandò ed ottenne di essere accettato tra i figli spirituali di San Vincenzo. Ma non poté cominciare il suo noviziato formale, perché gettato di nuovo nei ferri da Salama, e poi da lui consegnato nelle mani dell’imperatore, dopo tredici mesi d’indicibili tormenti moriva nei ferri per non aver voluto abbracciare un simbolo ereticale.
Così, il 28 agosto 1855, Ghebre-Michael, nell’età di anni 64, metteva col suo martirio il suggello alla testimonianza da lui data alla fede colla predicazione della verità rivelata e colla santità della vita. Questa magnifica testimonianza del sangue è stata solennemente riconosciuta dalla Chiesa, il 3 ottobre 1926 con la solenne beatificazione in S. Pietro.
La sua memoria liturgica è fissata il 30 Agosto.